New York – Central park & upper east/west side

New York – Central park & upper east/west side

Nella nostra mini-guida, data la grandezza della città, abbiamo pensato di suddividere la mappa della città in fasce, non seguendo il nostro itinerario di viaggio, ma elencando quei posti che a noi sono piaciuti di più di zona in zona. La nostra guida sarà composta da 5 articoli, in cui speriamo di riuscire a trasmettere la bellezza e la densità delle cose che questa città ha da offrire.

In questo articolo abbiamo deciso di trattare la zona che va dalla 59th street a salire fino alla 89th Street, una zona che comprende: upper east side, upper west side e Central Park.

Questa è senza dubbio una zona ricca di benessere, molto curata e una delle più esclusive di Manhattan. Numerosi musei tra i più importanti e conosciuti al mondo come il MET, il Guggenheim o il museo di storia naturale, fanno da cornice al polmone verde della città: Central Park, il parco più grande che troverete a New York e senza dubbio uno dei più famosi al mondo. Questo parco misura la bellezza di 3,4 km quadrati (4km x 800m!) ed è stato aperto al pubblico per la prima volta nel 1859 quando in seguito alla continua espansione della città e all’aumento degli abitanti, si fece sempre più impellente il bisogno di uno spazio verde. All’inizio le regole di accesso erano rigidissime, pensate che i bambini per giocare con la palla avevano addirittura bisogno di un permesso scritto dal preside della propria scuola! Ad oggi ci sembra qualcosa di assurdo se pensiamo che al suo interno, Central Park, racchiude perfino uno zoo e un campo da golf, tra le altre cose.

Ma andiamo a vedere come si arriva in questa zona della città!

Una volta arrivati all’incrocio della 5th Ave. con Grand Army Plaza vi troverete di fronte ad uno degli ingressi principali del parco.

Entrando quindi dal lato sud-est potrete attraversare il lago ”the Pond” percorrendo il Gapstow bridge, e proseguire fino a Wollman rink da dove potrete godere di una splendida vista verso i grattacieli della città. Qui in inverno viene allestita una delle numerose piste di pattinaggio sul ghiaccio tanto famose a New York. Proseguendo verso nord, uno dei luoghi più suggestivi dove passeggiare nel parco è senza dubbio il The Mall, un lungo viale alberato, set cinematografico per tantissime scene di film che vi torneranno alla memoria non appena ci metterete piede. Per noi che siamo andati ad agosto è stato una piacevole passeggiata all’ombra durante le calde giornate estive. Il viale vi porterà direttamente alle scalinate di Bethesda Terrace and fountain, uno dei luoghi più iconici della grande mela. Il lago su cui si affaccia questa piazza può essere attraversato o a bordo di una barchetta a remi o percorrendo il Bow bridge. Un altro luogo da non perdere all’interno del parco è il Belvedere Castle da cui potrete godere di una bellissima vista sul lago che ha sullo sfondo i grattacieli di Manhattan. Se siete dei nostalgici di John Lennon poi, vi consigliamo una puntatina a Strawberry Fields, un’area dedicata alla memoria dell’artista.

Jacqueline Kennedy Onassis Reservoir

Belvedere Castle
Bow Bridge

Una cosa che ci ha molto colpito del parco e che non avevamo mai letto su nessuna guida consultata fin ora, è stata che ogni panchina del parco possiede una targhetta su cui gli abitanti di New York hanno inciso varie dediche: un ricordo di una persona che non c’è più, una proposta di matrimonio, la gioia per un evento successo proprio lì…

____________________

Prima della visita al MET, noi abbiamo optato per un picnic improvvisato all’interno del parco, con hot dog e chicken over rice, comprati ad uno dei tanti food track della zona. Il Metropolitan Museum of Art ha per il biglietto di ingresso un prezzo suggerito di 25$ ma si può pagare quanto si vuole perché l’acquisto è a offerta libera. Il museo ospita circa 2 milioni di opere suddivise in 19 sezioni, tra le più celebri “L’onda fuori Kanagawa” di Hokusai,Autumn Rhytm” (number 30) di Jackson Pollock, il Tempio egizio di Dendur, e L’annunciazione”  di Sandro Botticelli. Un luogo sicuramente da non perdere è la Court yard of the American Wing. Questi sono solo dei piccoli consigli sulle opere più importanti da ammirare al MET, ma il nostro consiglio è quello di immergervi completamente nella scoperta di questo luogo meraviglioso e di perdervi tra le bellissime sale espositive che possiede.

 

____________________

 

In questa zona potrete visitare il Guggenheim, qualche isolato più a nord sulla 5th Ave. Questo museo ha come giorno di riposo settimanale il Giovedì, mentre l’ingresso è a offerta libera dalle 17:45 alle 19:45. Risulta molto iconica la sua forma a spirale osservabile sia dall’interno che dall’esterno. In questo museo sono esposte alcune tra le opere più famose di artisti come Cézanne, Gauguin, Kandinsky e Monet. Dal settembre 2016, inoltre, il museo espone in uno dei suoi bagni unisex, l’opera provocatoria di Maurizio Cattelan intitolata “America”, ossia un wc rivestito interamente in oro 18k a cui i visitatori possono effettivamente accedere avendo così un’opportunità unica di interfacciarsi fisicamente con l’arte. Come potrete immaginare la fila per questo speciale wc può durare anche qualche ora!

 

____________________

 

Un altro museo da non perdere in questa zona di Manhattan, al lato opposto di Central Park rispetto a MET e Guggenheim, è l’American museum of natural history. Una volta entrati in questo museo ci è sembrato di tornare un po’ bambini, infatti, siamo rimasti sorpresi e affascinati dagli ambienti che ripercorrono la storia della terra nei milioni di anni precedenti alla nostra era. Al suo interno ci sono esposti reperti di scheletri di creature che non pensavamo neanche potessero esistere! Inoltre è suddiviso per ambienti, climi e ere: in ognuna di queste sezioni ci sono moltissime curiosità e cose interessanti da imparare che riguardano il nostro pianeta e le creature che lo abitano. Non basterebbe un giorno intero per girarlo tutto ma vi assicuriamo che ne vale veramente la pena! In questo museo l’entrata è gratuita dalle ore 16:45 alle ore 17:45 tutti i giorni della settimana (ossia l’ultima ora di apertura al pubblico della giornata). Negli altri orari c’è un listino consigliato ma anche in questo caso il prezzo del biglietto è a offerta libera.

 

____________________

 

In questa zona poi, non potete mancare la visita a uno dei templi dello shopping, una delle insegne storiche di New York: Bloomingdale’s. Meritano sicuramente un passaggio la piazza di Columbus Circle, dedicata appunto a Cristoforo Colombo, e il Lincoln Center, casa del balletto di NYC (per gli appassionati di cinema, set del film “Il cigno nero”!).

 

 

Columbus Circle
Columbus Circle
Lincoln Center

 

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial