New York – Midtown

New York – Midtown

Nella nostra mini-guida, data la grandezza della città, abbiamo pensato di suddividere la mappa della città in fasce, non seguendo il nostro itinerario di viaggio, ma elencando quei posti che a noi sono piaciuti di più di zona in zona. La nostra guida sarà composta da 5 articoli, in cui speriamo di riuscire a trasmettere la bellezza e la densità delle cose che questa città ha da offrire. 


In questo articolo abbiamo deciso di trattare la zona che va dalla 58th alla 22th, un’area che comprende numerosi punti d’interesse come L’Empire State Building, Times Square, il Rockfeller Center, Grand Central e tanti altri.

Questo è il cuore pulsante della città, c’è la netta sensazione di trovarsi nel centro del mondo. Il fatto che in questa zona sono concentrati molti dei luoghi simbolo di NY vi darà l’impressione di sentirvi a casa. Edifici mozzafiato vi faranno innamorare di questa parte della città, ma vediamo da vicino alcune di queste icone.

Iniziamo dall’Empire State Building. Costruito in stile art déco nel 1930-31, vanta ben 443m di altezza. L’edificio adibito sin da subito ad uso commerciale non ebbe molta fortuna inizialmente. L’inaugurazione combaciò con il periodo della grande depressione, e per questo l’edificio rimase vuoto per molto tempo, tanto da guadagnarsi il soprannome di Empty-state-building (il palazzo vuoto). Superate le difficoltà iniziali l’edificio è diventato un simbolo nazionale e nel 2000 è stato candidato dall’American Society of Civil Engineers come una delle sette meraviglie del mondo moderno. L’Empire  offre una vista indimenticabile della città da due observation deck, posti all’ 86° e al 102° piano al prezzo di 34$ per il primo e 54$ per entrambi. Noi abbiamo preferito la prima opzione che regala comunque una vista mozzafiato indimenticabile. Abbiamo scelto di salire su questo edificio nelle ore serali, per godere di una vista notturna sulla città illuminata dalle luci dei suoi grattacieli: vi lascerà senza parole!

La vista all’uscita del nostro albergo, The Avalon Hotel

 

Il Chrysler building di sera visto dalla cima dell’Empire

 

Vista verso sud dalla cima dell’Empire. Si possono vedere la 5th e la Broadway che incrociano nei pressi del Flat Iron e in fondo la Freedom Tower

 

 

Vista di Times Square dalla cima dell’Empire State building

Non vogliamo dilungarci troppo con l’elenco delle attrazioni, che data la loro fama saranno già conosciutissime da tutti, ma se vi trovate in città non potete sicuramente perdervi un giro di sera a Times Square, nota per i suoi enormi cartelloni  digitali su cui passano le pubblicità dei brand più conosciuti o degli ultimi album pubblicati dai più grandi artisti del nostro tempo (nel periodo in cui abbiamo soggiornato noi a NY sugli schermi passavano incessantemente le immagini del nuovo album di Jay-Z, 4:44, e degli MTV Video Music Awards 2017 con il faccione gigante di Katy Perry!). Un altro evento di culto che l’ha resa famosissima è il tradizionale “lancio della sfera” che avviene ogni capodanno dal 1907 durante i sessanta secondi che precedono la mezzanotte.

Questo è il luogo che più di tutti ci ha dato la sensazione di sentirci al centro dell’universo!

 

 

 


Un’altra tappa obbligatoria è la fermata metro della Grand Central Terminal (o semplicemente Grand Central, come preferite), la stazione più famosa e storica di NY! Anche qui gli appassionati di cinema riconosceranno il set di numerosi film e serie tv, solo per citarne alcuni: Intrigo internazionale, Carlito’s way, Il collezionista di ossa, Armageddon e, per le signorine, Gossip Girl in cui, durante l’apertura della prima stagione, Serena Van Der Woodsen fa il suo rientro in scena.

A parte i cenni cinematografici, Grand Central fu costruita da una delle famiglie più importanti di NY, i Vanderbilt ed è la stazione ferroviaria più grande del mondo per numero di banchine. Contiene al suo interno numerosissimi ristoranti, fast food, caffetterie, edicole e addirittura un Apple store che si affaccia proprio sull’atrio principale della stazione: suggestivo!

 

 

Il soffitto della stazione è decorato con una mappa stellare, quindi non dimenticatevi di alzare gli occhi quando vi farete visita!

 


Un altro luogo da cui godere di una vista indimenticabile di NY è il Rockfeller center, un complesso di edifici costruito dalla famosa famiglia di banchieri Rockfeller, appunto. L’edificio più importante del complesso è senza dubbio il Top of the rock, salire sulla cui cima costa 34$ (che al netto delle tasse diventano circa 37$). In questo caso noi abbiamo scelto di salirci di giorno perché abbiamo pensato che la vista di cui si gode fosse molto meglio alla luce del sole: a sud, dall’Empire State building fino a downtown Manhattan, e a nord, il polmone verde di NY: Central Park.

L’Empire State building visto dalla cima del Top of the rock

 

Parte del complesso del Rockfeller center. In questa piazza dall’autunno all’inverno viene allestita una famosa pista di pattinaggio sul ghiaccio

 

 

 

Gli iconici binocoli che mostrano la città nel dettaglio

 

Vista a sud di Manhattan

 

 

Vista a nord di Manhattan, Central Park

Merita senza dubbio una visita il MoMA (Museum of modern art), che si trova sulla 53ª strada, tra la quinta e la sesta avenue. Uno dei primi musei statunitensi ad essere dedicato completamente all’arte moderna e contemporanea. Al suo interno si possono trovare opere di grandi artisti come Boccioni, Cézanne, Chagall, Degas, Dalí, Pollock, Toulouse-Lautrec, Van Gogh, Kandinsky, Picasso, Monet. Dopo tutti questi nomi, crediamo non ci sia bisogno neanche di pensare se ne vale la pena o meno! Il biglietto d’ingresso anche in questo caso si aggira intorno ai 25$.

Flag, Jasper Johns

 

L’enigma di una giornata, Giorgio De Chirico

 

Ninfee, Monet

 

Campbell’s Soup Cans, Andy Warhol

 

Notte stellata, Vincent van Gogh

 

Les demoiselles d’Avignon, Pablo Picasso

 

 


Una sosta piacevole sia di giorno che di sera è sicuramente a Bryant Park, dove potrete fare una piccola pausa per riposare all’ombra del parco, che in estate di sera offre un cinema gratuito all’aperto. Il parco è situato alle spalle della New York Public Library. L’accesso è gratuito e l’atmosfera è magica: al centro del piazzale si trova l’area green, mentre invece tutto intorno è disseminato di tavolini e sedie che i newyorkesi sfruttano per lavorare con il laptop all’aperto (se siete fortunati in molte aree pubbliche si può godere del free wifi, ma proprio per la vastità dell’area e la densità di persone che la popolano, il segnale non sempre è affidabile!).

 


Rimanendo nello stesso isolato, alle spalle di Bryant park si trova la famosissima Public Library di NY, diventata nel corso degli anni una vera e propria icona della città. Fondata nel 1895, la biblioteca ospita dei veri e propri pezzi di storia americana. Fra questi, c’è la lettera originale con cui Colombo annunciò la scoperta dell’America e la lettera Farewell Address di George Washington al popolo americano. La biblioteca è aperta tutti i giorni ed è accessibile a tutti gratuitamente. Vi consigliamo di non perdere l’occasione di visitare una delle meravigliose sale interne per respirare l’aria autentica della storia americana. L’edificio vi sembrerà sicuramente familiare, in quanto anche qui sono state girate decine e decine di scene di film famosi come The day after tomorrow, Sex and the City, Spiderman, Colazione da Tiffany.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Spostatevi per un caffè a Madison Square per ammirare un’altra icona di questa città, il ferro da stiro più famoso del mondo: il Flatiron Building. Questo edificio con la sua caratteristica forma triangolare data dall’incrocio di tre strade (la 23ª strada, la Quinta avenue e Brodway) nella sua semplicità resta uno dei luoghi più caratteristici della città.

 

 

 

 

 

 


Nella zona di midtown Manhattan, come in tutta la città, molti hotel hanno un rooftop adibito a bar o ristorante da cui potrete godere di una visuale privilegiata sulla città. Molto carina come idea per un aperitivo o per un cocktail dopo cena. Noi abbiamo provato il rooftop bar dell’hotel Pod39 che si presenta come un tapas bar in stile messicano con un’ambientazione molto caratteristica tra colonne e arcate in stile “religioso”, come a voler ricordare una piccola cappella sconsacrata. Offre una bellissima vista verso Park Ave oltre che margaritas, tacos e altre golosità tipiche della cucina messicana.

 

 

 

 

Un altro rooftop che abbiamo voluto provare in questa zona di Manhattan è il Refinery rooftop dell’omonimo hotel. Questo è sviluppato in un ambiente più elegante, con spazi sia al chiuso, così da poter utilizzare il locale anche nei mesi più freddi, che all’aperto. Il rooftop regala ai suoi clienti una vista strepitosa sull’Empire state che di sera viene illuminato da luci colorate rendendo ancora più suggestiva l’esperienza. Questo rooftop offre anche il servizio cena ma vi (stra)consigliamo di prenotare con laaaargo anticipo, altrimenti passerete la serata aspettando il vostro turno per sedervi in quanto è spesso molto affollato e frequentato da newyorkesi che vogliono svagarsi dopo il lavoro. Il dress code è abbastanza chic.

 

La cosa più importante da ricordare per salire su qualsiasi rooftop è il documento d’identità, imprescindibile se si vuole godere di questa bellissima esperienza. In America sono un po’ fissati con i controlli sull’età, e se non si hanno 21 anni (e un documento che lo attesti) non si può accedere a posti che servono prettamente bevande alcoliche.


Per quanto riguarda il cibo in questa zona vi consigliamo assolutamente Penelope, una bakery/ristorante che si trova tra la 159 Lexington Ave e la 30th street. Consigliatissimo a colazione con un menù che lascia l’imbarazzo della scelta, non delude neanche a cena. I pancake sono la cosa che ci è rimasta più nel cuore (e nel palato!).

    I pancake giganti di Penelope

 

Red Velvet

 

Mac’n’cheese

Un ristorante che abbiamo provato con piacere e che vi consigliamo in questa zona è un locale molto alla moda e in un ambiente molto elegante: Marta, ispirato alle pizzerie tradizionali romane, ma in un ambiente molto cool in quanto situato al piano terra di un hotel, il Redbury. Potrete mangiare una buona pizza (vi assicuriamo che non è di qualità inferiore a quelle di molti locali romani) sorseggiando un cocktail o un ottimo bicchiere di vino, inoltre è uno dei pochissimi locali a NY (se non l’unico!) in cui il servizio e la mancia sono inclusi nei prezzi che leggete sul menù perché secondo la loro filosofia “l’ospitalità è inclusa nel prezzo!“. Dobbiamo ammettere che è stato qualcosa che non ci è dispiaciuto sentire calcolando che il conto sale sempre anche di alcune decine di $ quando si vanno a sommare le tasse e la percentuale di mancia da lasciare.


Un altro locale che vi consigliamo se avete voglia di asiatico è il Main noodle house. Non fatevi influenzare dalle apparenze perché qui abbiamo mangiato i migliori ravioli alla griglia e noodles di sempre! Lo consigliamo se vi accontentate di un ambiente non molto ricercato e senza troppe pretese ma con una cucina ottima! Noi abbiamo optato per l’opzione Take away che abbiamo consumato in albergo, dopo una giornata in cui eravamo talmente stanchi da desiderare solo il letto! 😀

Infine il consiglio che vi diamo durante il vostro viaggio è quello di provare almeno una volta un hamburger di Shake Shack! Una catena di fast food statunitense ma con un livello decisamente superiore ai vari McDonald’s, Burger King e simili. L’hamburger di Shake Shack è L’hamburger americano per eccellenza secondo noi.

 

 

Condividi


1 thought on “New York – Midtown”

  • Miniguide interessanti e utili e corredate da splendide foto. Complimenti. Viene voglia di imbarcarsi sul primo aereo diretto verso la Grande Mela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial