Risotto ai carciofi

Risotto ai carciofi

Preparare un buon risotto è forse una delle preparazioni che più ci rilassa in cucina. L’attenzione e la cura nei passaggi dall’inizio alla fine fanno di questo piatto un vero e proprio rito più che un semplice pasto. Oggi, seguendo le stagioni, prepariamo un risotto ai carciofi.

Ingredienti per 4 persone :

  • 320g riso Carnaroli
  • 3 carciofi interi
  • 1 scalogno tritato finemente
  • qualche foglia di salvia
  • 2 litri di brodo vegetale
  • sale
  • pepe
  • burro
  • parmigiano

Preparazione

Per il brodo mettete a rosolare una cipolla in una casseruola molto capiente, appena questa sarà dorata aggiungete nella stessa pentola una carota, un costone di sedano e un pomodoro ramato e versate all’interno della casseruola 2 litri di acqua fredda. Portate ad ebollizione e a fine cottura aggiustate di sale e filtrate il brodo in modo da rimuovere le verdure bollite. Se volete velocizzare questo parte, potete sciogliere un dado vegetale in abbondante acqua calda.

Passiamo ora ai carciofi, che puliremo e taglieremo in spicchi. In un pentolino con un filo d’olio evo mettiamo mezzo scalogno tritato, qualche foglia di salvia, e i carciofi che avevamo precedentemente pulito e tagliato, aggiungendo un mestolo di brodo di tanto in tanto. Quando gli spicchi di carciofi si saranno ammorbiditi frulliamo con un mini-pimer ad immersione. Questa crema ci servirà durante la preparazione del risotto.

 

 

In una casseruola mettiamo poi ad appassire mezzo scalogno tritato con un filo d’olio evo. Non appena lo scalogno si sarà ammorbidito e imbiondito aggiungiamo il riso e facciamo tostare. Con il palmo della mano sentiamo la temperatura del riso, e non appena sarà abbastanza caldo aggiungiamo il brodo vegetale. Per questa ricetta preferiamo non sfumare il riso con il vino bianco perché non vogliamo conferire acidità ad un risotto che punta ad essere molto delicato. Mescoliamo per bene con un mestolo di legno e continuiamo ad aggiungere brodo al bisogno. A circa metà cottura aggiungiamo la crema di carciofi preparata in precedenza e continuiamo la cottura. Terminata la cottura mantechiamo il risotto lontano dal fuoco con una noce di burro e due cucchiai di parmigiano reggiano. Il nostro consiglio è quello di tenere il burro in frigorifero fino al momento dell’utilizzo, o ancora meglio in freezer, in modo che lo shock termino farà “gonfiare il chicco” e conferirà più cremosità al risotto. Lasciamo riposare per 1-2 minuti e serviamo il risotto all’onda.

 

 

 

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial