Tre portate per un menù di pesce da leccarsi i baffi!

Tre portate per un menù di pesce da leccarsi i baffi!

Ciao ragazzi!

Oggi vi proponiamo 3 semplici idee per stupire i vostri invitati con dei piatti a base di pesce. Prepareremo insieme tre portate molto semplici anche per chi non ha mai cucinato il pesce, ma allo stesso tempo di grande effetto!

 

Come antipasto abbiamo pensato a un bel sauté di cozze, che è sempre una certezza.

Dopo aver pulito e lavato le cozze, prepariamo un soffritto con olio extravergine d’oliva, uno spicchio d’aglio e un po’ di peperoncino. Consigliamo di inserire nel soffritto qualche gambo di prezzemolo in modo da dare all’olio un tocco in più. Appena il soffritto inizia a ”cantare” versiamo le nostre cozze in padella. Spadelliamo per un breve minuto e annaffiamo con un buon vino bianco (½ bicchiere per due persone ).  Copriamo la padella con un coperchio e aspettiamo che le cozze si aprano. Nel frattempo tostiamo del pane da accompagnare al nostro sauté.

Un consiglio, durante la cottura levate le cozze dal fuoco man mano che si aprono in quanto ogni cozza ha una sua grandezza e quindi tempi di cottura diversi. In questo modo le cozze non risulteranno gommose ma morbide e succose. Infine le disponiamo in una ciotola, o in un piatto fondo, in cui poi andiamo a versare il restante contenuto della padella.

 

Come primo piatto, poi, abbiamo pensato ad un risotto di mare con gamberoni e lime, un classico ma rivisitato in chiave estiva.

Per prima cosa puliamo i nostri gamberoni. Stacchiamo le teste facendo una leggera rotazione o utilizzando delle forbici e le mettiamo da parte per il fumetto, un brodo che servirà per la cottura del riso. Dopo aver eliminato il carapace procediamo con una piccola incisione sulla parte superiore per tutta la sua lunghezza e rimuoviamo la sacca intestinale.

Andiamo ora ad occuparci del fumetto, per il quale versiamo in una casseruola: olio evo, cipolla, sedano, carote in pezzi grossolani e le teste dei gamberoni che ci eravamo messi da parte in precedenza. Facciamo rosolare per bene, lasciando sprigionare tutti gli odori ai nostri ingredienti. A questo punto copriamo il tutto con acqua fredda e lasciamo bollire.

In un’altra padella andremo a mettere dello scalogno sminuzzato e un filo d’olio extravergine d’oliva. Quando l’olio si sarà scaldato aggiungiamo il riso (80 g per persona) e tostiamo. Quando il riso sarà lucido, sfumiamo con del vino bianco, e iniziamo a versare il nostro fumetto, continuando così fino a cottura ultimata. Durante la cottura del riso sminuzziamo i gamberoni che avevamo pulito, aggiungendoli in padella a fiamma spenta, una volta che il riso sarà all’onda (ossia bello morbido da creare un’onda nella mantecatura). Aggiustiamo di sale. Insieme ai gamberoni aggiungiamo il succo di mezzo lime e una piccola noce di burro, rigorosamente freddo, in modo da creare uno shock termico che gonfierà i nostri chicchi di riso. A questo punto chiudiamo con un coperchio e lasciamo riposare per 2 minuti. Una grattata di buccia di lime e siamo pronti per impiattare.

 

Come secondo abbiamo pensato a un trancio di salmone su crema di cavolfiore con spolverata di pistacchio. Un piatto semplice ma di grande effetto sia visivo che al palato.

Iniziamo con la marinatura del salmone a crudo. Condiamo con olio extra vergine d’oliva, sale, pepe e qualche fogliolina di timo, se disponibile. Lasciamo insaporire i nostri tranci (uno a persona) e procediamo con la preparazione della crema di cavolfiore.

Tagliamo grossolanamente il cavolfiore e, dopo averlo lavato con cura, adagiamolo in una pentola con dell’acqua facendolo bollire. A cottura ultimata, ossia quando i pezzi di cavolfiore risulteranno morbidi, scoliamo il tutto avendo cura, però, di conservare in un bicchiere un po’ d’acqua di cottura in modo da modificare la consistenza della crema a nostro piacimento: metteremo meno acqua se preferiamo che la crema abbia una consistenza più simile ad una purea, ne aggiungeremo di più se vogliamo che la consistenza si avvicini a quella di una vellutata. Versiamo nel frullatore. Aggiungiamo un filo d’olio, una noce di burro, sale e pepe e frulliamo.

Passiamo ora alla cottura del nostro salmone. Scaldiamo per bene un filo d’olio in padella, e ci adagiamo i nostri tranci di salmone marinati dalla parte della pelle. Cuociamo per 3-4 minuti su questo lato e poi li giriamo continuando la cottura per 1 minuto.

A questo punto passiamo all’impiattamento. Sul fondo del piatto andremo a disporre con un mestolo la nostra crema di cavolfiore, sulla quale adageremo il trancio di salmone. Per finire, completiamo il piatto con una pioggia di granella di pistacchio che darà croccantezza ad un piatto dal sapore delicato.

 

Bene ragazzi, il menù è completo.

Ora a voi non resta che pensare al dolce e…

Buon appetito!

 

 

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial