Vellutata di zucca

Vellutata di zucca

Si sa, l’autunno è la stagione delle zucche, e noi ogni anno non vediamo l’ora che arrivi questa stagione per preparare tante ricette con questo ingrediente, così versatile sia per piatti salati che per piatti dolci.

Per la ricetta di oggi abbiamo pensato a una vellutata di zucca calda e cremosa, proprio quello che ci vuole in una serata d’autunno, per terminare una lunga giornata.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800g di zucca tagliata a cubetti
  • 150g di patate tagliate a cubetti
  • 50 g di cipolla bianca
  • c.a 1 litro di brodo vegetale
  • sale
  • pepe
  • noce moscata
  • 50 ml di panna fresca
  • olio evo

Per la salsa da guarnizione :

  • 100ml di latte
  • 100ml di panna
  • noce moscata
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • 1 tuorlo d’uovo

Preparazione

In una casseruola scaldiamo un filo d’olio evo e aggiungiamo la cipolla tritata finemente. Non appena la cipolla si sarà imbiondita aggiungiamo la zucca e la patata tagliate a cubetti. Più i pezzi saranno piccoli e più rapida sarà la cottura. A questo punto copriamo gli ingredienti nella casseruola con il brodo vegetale, fino a coprire completamente la zucca e le patate. Abbassiamo la fiamma e lasciamo cuocere per 20-25 minuti. A fine cottura frulliamo il tutto in casseruola con un pimer ad immersione. Aggiungiamo se necessario un mestolo di brodo per raggiungere la consistenza desiderata. A questo punto aggiungiamo sale, pepe, noce moscata e la panna. Mescoliamo per bene.

Noi abbiamo deciso di servire la vellutata con una rivisitazione più semplice e leggera della salsa Mornay.

In un pentolino mettiamo a sobbollire il latte e la panna. Non appena avranno quasi raggiunto il punto di ebollizione spegniamo il fuoco e aggiungiamo parmigiano, noce moscata e un tuorlo. Mescoliamo il tutto molto velocemente con una frusta in modo da non far creare grumi. Rimettiamo sul fuoco al minimo e continuiamo a mescolare. 1 minuto e la salsa sarà pronta.

Serviamo la vellutata, aggiungendo un po’ di salsa e un ramoscello di rosmarino. Possiamo gustarla così, in maniera semplice, oppure aggiungere qualche crostino di pane.

 

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial